abries_logo_scritta.pngacquaviva_logo_scritta.pngassociazionemolisana_logo_scritta.pngbesa_logo_scritta.pngchateauneuf_logo_scritta.pngfocuseurope_logo_scritta.pnggradomis_logo_scritta.pnglogo_scritta.pngmontecilfone_logo_scritta.pngmontemitro_logo_scritta.pngorosei_logo_scritta.pngperosa_logo_scritta.pngpomaretto_logo_scritta.pngprali_logo_scritta.pngsanfelice_logo_scritta.pngsanmarzano_logo_scritta.pngshkoder_logo_scritta.png

EVENTO POMARETTO, PEROSA ARGENTINA, PRALI 24-27 OTTOBRE 2013, LINGUE MINORITARIE E ANNO EUROPEO DELL'INVECCHIAMENTO ATTIVO



Le terre occitane delle Valli Chisone e Germanasca hanno ospitato, dal 24 al 27 ottobre, il terzo evento del progetto “EuroNetLang” dedicato al tema “Lingue minoritarie e invecchiamento attivo”. 
 Comuni e le comunità di Pomaretto, Prali e Perosa Argentina (Piemonte) con le associazioni locali hanno accolto la delegazione europea e sono stati sede della tre giorni di seminari, worshop, visite del territorio.

In relazione agli obiettivi dell’Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni 2012 sono stati presentati progetti di ricerca e iniziative comuni fra giovani e anziani, tenendo conto dell’importante contributo che le “vecchie generazioni” possono offrire ai fini della tutela e della promozione della cultura e della lingua minoritaria, in quanto spesso unici, autorevoli e più autentici portatori della memoria storica. Di particolare interesse la presentazione dell’ Atlante toponomastico del Piemonte montano, progetto gestito dall’Università di Torino e diretto alla tutela del patrimonio toponimico di tradizione orale della montagna.
L’importante contributo della società civile nella promozione e tutela della cultura locale è stato testimoniato dalle associazioni culturali locali (La Valaddo, Poggio Oddone, La Teto Aut, Amici della Scuola Latina) da sempre impegnate nella promozione della conoscenza della lingua, della cultura e della civiltà provenzale a mezzo di conferenze, manifestazioni e pubblicazioni.

Ma l’evento è stata anche occasione per presentare progetti di sviluppo locale che mettono insieme cultura, ambiente e turismo. La visita all’Ecomuseo Regionale delle miniere della Val Germanasca ( Scopriminiera e Scopri Alpi finanziati da fondi europei di cooperazione interregionale) e quella agli “Antichi mestieri” rientrano nell’ambito di un più ampio progetto di cultura materiale volto alla creazione di una rete ecomuseale che fa cardine sul riconoscimento identitario di una comunità con il proprio territorio e sulla valorizzazione delle specificità locali. Un buon esempio di riconversione e di risposta alla crisi economico-occupazionale che ha investito dapprima l’attività estrattiva del talco, poi il settore del tessile e infine l’indotto collegato alla Fiat. Le valli Germanasca e Chisone, oggi, investono in cultura, storia e ambiente. Investono nel loro più grande patrimonio: la bellezza della loro montagna

Documenti

Programma_ITA
Programme FR
Programme ENG
Decisione PE Anno europeo invecchiamento attivo 2012
Dècision du PE Année europeénne du vieillissement actif 2012

New programmes 2014-2020


Lingue minoritarie e Anno europeo dell'invecchiamento attivo

Invecchiamento attivo: il caso di San Marzano di San Giuseppe
M. Margherita, sportello linguistico comune San Marzano San giuseppe, dal racconto al teatro
A. Bala, comune di Scutari
M.Neri, vicesindaco Comune Aquaviva Collecroce
J.Mattu, Politica linguistica in Sardigna
M.T.Mula, Il comune di Orosei

Rassegna stampa

Termoli Basso Molise 29.10.2013, Minoranze linguistiche al centro dell'integrazione comunitaria
La Nuova Sardegna 31.10.2013, Delegazione del Comune all'Euronetlang